Foroba Yelen. Luce collettiva

Foroba Yelen.

La luce elettrica e le trasformazioni sociali in Mail e in Leventina

Nel 2010 l’architetto Matteo Ferroni, diplomato all’Accademia di Architettura di Mendrisio, ha introdotto in un villaggio del Mali il concetto di luce collettiva Foroba Yelen con lampioni mobili fabbricati nella comunità e gestiti dal villaggio. Il progetto sperimentato dalla Fondazione eLand di Lugano in decine di villaggi del Mali si è affermato internazionalmente come modello di integrazione tra tecnologia, cultura e natura, fino ad essere premiato dalla Città di Barcellona, pubblicato dal MoMA ed esposto permanentemente alla Biosfera di Montreal.

La luce elettrica ha rappresentato per tutte le società un grosso cambiamento culturale. In Leventina questo avvenne nel 1889 con la nascita della Cooperativa Elettrica di Faido, con cui il villaggio si dotò, per primo in Ticino, dell’illuminazione elettrica. Il Museo di Leventina mette a confronto queste due esperienze di luce elettrica così lontane nel tempo e nella latitudine, ma con in comune un profondo sguardo sul significato culturale di luce ed energia e che aprono una finestra verso un possibile futuro più equo e sostenibile.

Intervista a Matteo Ferroni