LET IT SNOW! lassa fiuchè

LET IT SNOW!

lassa fiuchè

20 settembre 2019 - 25 ottobre 2020

Museo di Leventina, Giornico

UNA MOSTRA DEDICATA ALLA CULTURA SPORTIVA INVERNALE

Nella società contemporanea lo sport è divenuto sempre più importante sia dal punto di vista della sua spettacolarizzazione attraverso i media, sia da quello della sua crescente importanza economica. Ma lo sport è anche parte integrante della società e del modo di vita dei singoli.

La mostra vuole portare la riflessione su alcuni aspetti della cultura sportiva invernale e in particolare su quella legata agli sport praticati sulla neve.

A guidarci lungo il percorso saranno perciò delle persone che da piccoli schermi ci raccontano il loro vissuto e il loro particolare rapporto con gli sport sulla neve.

Si potrà avere un’esperienza più immersiva sedendosi allo “Stammtisch” quel tavolo che nelle osterie di villaggio è riservato ai clienti abituali. Nella sezione dedicata alla socialità e all’aggregazione abbiamo riprodotto un’incontro fra tre amici che ai tempi organizzavano la gara di fondo “La Leventinese”. Ci si può sedere al tavolo con loro e assistere alla conversazione sfogliando il giornale della mostra o un album fotografico con foto di famiglia sulle piste leventinesi. Nell’album c’è ancora posto. Chi vuole può consegnare all’accoglienza delle copie di foto indicando il nome delle persone raffigurate, il luogo e la data. E noi le incolleremo sull’album della mostra.

Tra i pezzi più preziosi ci sono i trofei riportati in Leventina dalle campionesse di differenti specialità. Nella mostra è presente la Coppa del mondo generale guadagnata da Michela Figini nel 1985, quella di specialità di Doris De Agostini vinta nel 1983, come pure si potrà vedere la medaglia olimpica nello sci di fondo di Natascia Leonardi Cortesi guadagnata nel 2002.

Prezzi d'entrata e informazioni

 

Rasegna stampa.

RSI News: Quando sciare era un dovere, In mostra la storia dello sci in Leventina: dai sorrisi del 1875 di fronte alla novità ai trionfi di Michela Figini.